A Neuro-Fuzzy approach to assess the soft skills profile of a researcher è il titolo del contributo presentato il 7 settembre a Genova dalla ricercatrice di C2T Stefania Marrara al dodicesimo International Workshop on Fuzzy Logic and Applications (WILF 2018), nel corso della sessione “Recent applications of Fuzzy Logic”.

Il WILF copre tutti gli argomenti teorici, sperimentali e applicativi in ambito fuzzy, con l’obiettivo di riunire ricercatori del mondo accademico e dell’industria per riferire sugli ultimi progressi nei loro campi di interesse.
Gli obiettivi principali di WILF 2018 sono la presentazione sia di risultati di approcci di ricerca consolidati, sia di nuove applicazioni di sistemi fuzzy all’analisi di grandi quantità di dati e di reti complesse. Per affrontare questi difficili compiti, le tecniche fuzzy sono spesso integrate con altri metodi di Computational Intelligence, come le reti neurali e gli algoritmi evolutivi, così come con le ontologie, dando origine ad approcci computazionali innovativi per l’analisi di dati in contesti emergenti come industria, smart city, bioinformatica, calcolo emozionale.

In questo lavoro a cura dei ricercatori di C2T (insieme a Marrara, anche Antonia Azzini e Amir Topalović) viene presentato un framework volto a rappresentare le competenze trasversali di un candidato attraverso un approccio linguistico fuzzy e un controller neuro-fuzzy.
«Il framework – spiega Marrara – può essere utilizzato in molti contesti; in questo lavoro viene utilizzato per progettare un sistema di suggerimento dei candidati per le agenzie di reclutamento. Il controller neuro-fuzzy del sistema simula la decisione di un responsabile HR nel valutare le competenze trasversali di un candidato e propone solo i migliori profili. Il framework è stato sviluppato nel contesto della startup Find Your Doctor (FYD) partecipata da C2T e applicato al recruiting dei PhD, ma è facilmente applicabile a qualsiasi attività di selezione del personale.»

Lo stesso contributo è stato poi presentato come invited talk anche l’11 settembre a Parma da Azzini, nell’ambito del tredicesimo Workshop on Artificial Life and Evolutionary Computation (WIVACE 2018), un evento dedicato agli studiosi di Calcolo Evolutivo, Vita Artificiale e Sistemi Complessi in modo che possano presentare i propri risultati in un’ottica di collaborazione e confronto e condividere le proprie conoscenze in un approccio multidisciplinare.