La storia di C2T

Prima della nascita di C2T (2002-2011)

2002

La ACSE S.p.A., società di consulenza in ambito IT focalizzata nei settori automotive, finanziario e ambientale fondata dall’ingegnere milanese Andrea Cortellini, diventa laboratorio di ricerca privato accreditato al MIUR.

2002

La ACSE inizia ad aprirsi ai mercati internazionali, con aperture di sedi dedicate nei Paesi dell’Est Europa.

2004

La ACSE apre una sede in Sicilia co-finanziata dal MIUR per ampliare l’attività di ricerca e consulenza, avvalendosi di finanziamenti regionali dedicati allo sviluppo di specifici progetti sperimentali in partnership con altre società tecnologiche complementari, principalmente nel dominio della sensoristica, della progettazione di modelli previsionali nel settore ambientale e dell’estrazione di informazioni da documenti cartacei.

2008

Gualtiero Cortellini, figlio di Andrea e proveniente dal settore della consulenza finanziaria, inizia a dedicarsi a progetti specifici per ACSE in ambito ricerca IT, nel dominio della gestione dei rischi in ambito finanziario e ambientale. Nello stesso periodo, inizia un’analisi sinottica e approfondita del modello di business della società, del suo posizionamento sul mercato, delle criticità organizzative e della governance di cui si era dotata.

2008

Inizia un periodo di forte difficoltà per la ACSE, dovuto alla crisi del settore automotive su cui erano ancora focalizzati i ricavi principali e allocata la maggior parte del personale, alla crisi finanziaria dovuta agli ingenti investimenti immobiliari sostenuti e alla tensione nel circolante derivante da un forte peggioramento nei tempi di incasso, soprattutto dei progetti di ricerca interna finanziati.

2009

Dopo un anno di analisi, Gualtiero Cortellini decide di avventurarsi nella ristrutturazione della società, convinto soprattutto del valore, non solo professionale, del capitale umano che componeva la realtà e del valore di mercato di molte delle aree di eccellenza della società. Con imprenditori del settore, fonda due società di capitale, Sibyl S.r.l. e Atnis S.r.l., rispettivamente dedicate alla consulenza e alla ricerca IT.

2010

Atnis si focalizza inizialmente solo sulla conduzione di progetti di ricerca conto proprio e decide di aprire la propria sede operativa a Catania in cui vengono assunti tecnici e ricercatori che sviluppano progetti di ricerca strategici per il gruppo.
Grazie agli investimenti fatti e al know-how acquisito la società fornisce anche consulenza su progetti chiavi in mano e consulenza avanzata da remoto alla clientela finale di Sibyl.

2010

Iniziano i primi rapporti di Atnis con il mondo accademico. L’obiettivo è giungere a occuparsi non di consulenza massiva, ma di specializzarsi nella qualità del coding e dei modelli previsionali, valorizzando la ricerca in tal senso.

2010

Ivano Ciceri, ingegnere informatico proveniente da IBM che lavora in Delta80 (laboratorio di ricerca privato con forte partnership con ACSE e partner di Atnis in un progetto di ricerca congiunto in ambito ambientale), viene coinvolto nella fase di scouting delle tecnologie da integrare per la realizzazione del progetto alla base della costituzione della società.

2010

Ciceri identifica uno specifico progetto condotto nel dipartimento DISCo dell’università di Milano-Bicocca dalla professoressa Arcelli e dal dottore di ricerca Zanoni. Viene quindi definito un progetto di collaborazione sullo sviluppo di un prototipo tra Atnis, Delta80 e l’università.

2011

Tra i progetti realizzati da Atnis, viene anche attivata una collaborazione con il Politecnico di Milano e la Fondazione Politecnico per la realizzazione di una ricerca, in partnership con altre società, in ambito wellness.

2011

Gualtiero Cortellini partecipa a una serie di fiere e incontri in Israele e USA, per aggiornarsi sullo stato dell’arte delle tecnologie e apprendere i diversi modelli internazionali di trasferimento tecnologico. Se con la visita a diverse aziende hi-tech della Silicon Valley subito si rende conto di un diverso modo di approcciare l’innovazione, è visitando alcune università israeliane che inizia a maturare l’idea di realizzare una realtà che faccia da ponte tra ricerca e impresa secondo gli standard internazionali.

 

Nasce il Consorzio (2012-2014)

2012

Inizia un’analisi di Gualtiero e Andrea Cortellini sull’andamento dei rapporti con l’università, sui dati del settore e uno studio sugli statuti dei centri di ricerca e sulle leggi e normative, principalmente di carattere societario e fiscale, a favore della ricerca, dell’investimento in ricerca e innovazione e in capitale altamente qualificato.

2012

Grazie alla partnership con altri imprenditori del settore interessati al progetto, il 24 settembre nasce il Consorzio per il Trasferimento Tecnologico C2T come un consorzio no-profit di consorzi, in modo da garantire la non dominanza di nessuno specifico membro sulla governance.

2012

Il primo amministratore di C2T è un dottore di ricerca con formazione sia in filosofia che in informatica e con forti relazioni con il dipartimento DISCo dell’Università Bicocca, conosciuto grazie alla collaborazione su alcuni progetti di ricerca comuni.

2012

C2T viene accreditato come centro di ricerca. Inizia l’attività di broker tecnologico, principalmente con il DISCo in ambito IT.

2013

L’esito dei progetti di ricerca condotti e la gestione del relativo follow-up portano a una prima profonda analisi critica del modello di business. Il valore di C2T sembra basarsi principalmente sulle relazioni personali e professionali dell’amministratore presso l’università Bicocca.

2013

Gli obiettivi di C2T e dell’amministratore iniziano a divergere e compaiono problemi di dialogo con le figure di ricerca in generale. Rimasto vacante l’incarico di amministratore, inizia un periodo di stasi per C2T, che dura diversi mesi.

2014

Viene nominato un nuovo amministratore, Amir Topalović, dottorando di ricerca in scienze economiche che ha concluso il periodo di apprendistato in una società ICT accreditata al MIUR come laboratorio di ricerca privato.

2014

Avviene l’incontro fra C2T e Eva Ratti, ricercatrice in uscita dal mondo accademico. Con lei viene ideato e definito il primo concept del progetto Find Your Doctor, uno strumento agile per agevolare i rapporti diretti fra impresa e ricercatori. Eva trascorre un anno, insieme ad altri componenti del Consorzio, ad analizzare i dati di base del settore (macro e micro), il contesto sociale e di mercato e la fattibilità dello sviluppo dell’idea.

2014

L’Associazione Piccole e Medie Industrie di Lecco viene a conoscenza del progetto Find Your Doctor e decide di iniziare una sperimentazione in ambito tecnologico con le sue aziende associate.

 

L’avvio di Find Your Doctor (2014-2017)

2014

A dicembre, va online la prima versione beta del sito Find Your Doctor.

2015

C2T decide di dotarsi di un laboratorio IT interno. La prima assunzione riguarda un dottore di ricerca in informatica con esperienze dirette in impresa. Viene quindi sviluppato un piano organico di assunzioni a tempo indeterminato di informatici per strutturare un staff giovane e complementare.

2015

Entra in C2T Isabella Radaelli, ricercatrice in antropologia con conoscenza della lingua cinese, per occuparsi del recruitment dei ricercatori di Find Your Doctor e dell’analisi del mercato asiatico.

2015

Inizia una collaborazione fra C2T e il ricercatore in scienze della formazione degli adulti Andrea Galimberti dell’università di Milano-Bicocca, il quale diventa consulente sulle competenze trasferibili, in particolare allo scopo di realizzare profili narrativi dei PhD fruibili attraverso la piattaforma web Find Your Doctor.

2015

Viene assunta una giovane giornalista con passione per il digitale, per occuparsi della comunicazione aziendale.

2016

A gennaio entra in C2T Claudia Spreafico, specialista in comunicazione digitale, per occuparsi della comunicazione aziendale e dei progetti web interni e conto terzi.

2016

Il successo della sperimentazione in ambito tecnologico (scouting) sul territorio lecchese porta, insieme ad Api Lecco, alla nascita il 18 febbraio di una startup innovativa dedicata chiamata ApiTech, partecipata al 10% da C2T.

2016

In aprile entra in C2T Valeria Ferro, psicologa del lavoro, per occuparsi della gestione delle risorse umane del Consorzio e di Find Your Doctor.

2016

In ottobre entra in C2T Chiara Redaelli, ricercatrice in biologia, per occuparsi dei rapporti con le imprese e dell’espansione di Find Your Doctor nel ramo biotech.

2017

A gennaio viene aperta la sede operativa C2T di Catania, avviando contestualmente le prime assunzioni a tempo indeterminato per questo nuovo IT Lab siciliano.

2017

Il 29 marzo viene tenuto presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca il primo workshop sulla spendibilità del PhD a cura di Find Your Doctor, per parlare agli studenti di dottorato di come valorizzare ciò che viene appreso durante il percorso di ricerca, soprattutto al di fuori dell’università.

2017

In giugno inizia la collaborazione con la ricercatrice in informatica Stefania Marrara, con una focalizzazione nel dominio della data analysis e dell’estrazione di informazioni da fonti semi-strutturate, la quale si occuperà di portare avanti l’evoluzione del portale Find Your Doctor con tecniche evolute di machine learning.

2017

Il 28 giugno Find Your Doctor viene costituita come società di capitale, nella forma di startup innovativa.